Archeologia e Danza

"Archeologia e Danza" è un progetto pluriennale esclusivo dell'Associazione Culturale Orchestès di Roma che ha contemplato ed include conferenze e presentazioni-spettacolo di danza classica dell'India ispirate alla contiguità tra questa coreusi ed altre espressioni d'arte visiva del subcontinente indiano, scultura e bassorilievi templari in particolare. Le dimostrazioni-spettacolo trasformano così, in modo perfettamente coerente, questi "miti scolpiti" in "miti danzati", arricchendo la performance con il vasto materiale iconografico raccolto dall'Associazione nel corso degli anni. Gli spettacoli possono essere tenuti da uno o più danzatori e la durata è in funzione delle esigenze della struttura ospite. Per richiedere le schede-spettacolo dettagliate scrivere a: orchestes@gmail.com. Concept: Marialuisa Sales
SCHEDE SPETTACOLI:

Danza Archeologia“IL DIO DELLA DANZA E LE SETTE MADRI” 
Spettacolo di Danza Classica dell’India ispirato alle rappresentazioni di Śiva e delle Saptamātṝkāh della  grotta-tempio di Ravana Phadi. 
La grotta-tempio di Ravana Phadi, sita nella città di Aihoḷe , nello stato del Karnataka, contiene una tra le più squisite rappresentazioni del Dio della Danza - Śiva - accompagnato dalle sette śakti -madri (saptamātṝkāh) e dal dio Gaṇeśa. Lo spettacolo di danza classica dell’India trasformerà questi “miti scolpiti” in “miti danzati”: alla danza iniziale di Gaṇeśa seguirà l’inno al Nataraja come signore della danza e – in anteprima - l’eccezionale brano dedicato alle Sette Madri: Brahmâṇī, Māheśvarī, Kaumarī, Vaiṣṇavī, Vārāhī, Indrāṇī e Cāṃuṇḍā.


Odissi "GLI STRUMENTI DEGLI DÈI"
Spettacolo di danza classica dell'India dedicato all'iconografia e alla mitologia degli strumenti musicali nella danza. 
Molti degli dèi del pantheon hindu sono musicanti: Sarasvatī Scon il vīṇā, Śiva con il mardala e il ḍamaru, Kṛṣṇa che suona il flauto, gaṇa e coribanti nel loro fragoroso corteo di cimbali. Lo spettacolo, concepito in via esclusiva per la suggestiva cornice di Tar Music, alterna l'esecuzione di brani dedicati agli "Dèi Musicanti" a commenti circa la natura e le modalità dei singoli strumenti rappresentati nelle danze. Numerosi saranno i riferimenti all'iconografia dei templi, sapientemente rappresentata dalle pose delle danzatrici.



tempio Yogini Hirapur
"IL TEMPIO DELLE YOGINI DI HIRAPUR" 
Nell’ambito del progetto “Archeologia e Danza” lo spettacolo “Il Tempio delle Yogini di Hirapur” trasferisce coreograficamente – e con perfetta coerenza – la struttura templare e il percorso rituale dell’officiante nel linguaggio coreutico. Utilizzando le coreografie storiche della Guru V. Das di Puri, la performance esordisce con l’inno al dio Shiva rappresentato, nella pianta del tempio, dal sacello immediatamente contiguo all’ingresso. Il percorso ideale continua con la danza delle Navadurga (le nove Katyayani del recinto esterno), la danza dedicata alle Saptamatrika (da cui originano le 64 Yogini), per concludersi nell’inno a Bhairav, cuore del sancta sanctorum di questo magnifico tempio. Lo spettacolo, scevro da qualsiasi lettura ideologica e neo-orientalistica di questa tipologia di struttura templare, ne esalta di contro la potenza espressiva comune all’arte della scultura e della danza e la straordinaria ricchezza della coreusi classica nella sua interdisciplinarietà con le altre forme di espressione artistica del subcontinente. Concept: Marialuisa Sales