Bharata Natyam

Associazione Culturale Orchestés
Bharatanatyam RomaL' Associazione Culturale Orchestés nasce a Roma nel 2008 su iniziativa della prof.ssa Marialuisa Sales, danzatrice di formazione classica e ricercatrice. Dalla data di fondazione ad oggi, in virtù di una programmazione di elevato profilo pedagogico e non commerciale - e di un'accurata selezione dei contesti di performance - l'Istituto si è distinto come un ente significativo nel panorama culturale ed artistico nazionale. Tra il 2012 e il 2014, ha presentato i propri artisti due volte presso il Museo Nazionale D'Arte Orientale "Giuseppe Tucci" di Roma ("Shiva - Creazione e Distruzione nella Danza  Nritta Sandhya) e presso il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia ("Ventuno Foglie d'Alloro")il Museo delle Arti del XXI secolo - MAXXI (Finissage della mostra "Indian Highway") , il Dipartimento Istituto Italiano di Studi Orientali (Vriksha Rajaya Namah), l'Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell'Arte di Roma ("Polyhedra") ed i prestigiosi siti archeologici del tempio romano di Ercole Olivario al Foro Boario ("Minerva-Saraswathi"), delle Case Romane del Celio ("Ex Oriente Lux"), della Villa Imperiale di Nerone ("I Miti della Donna Elefante") e della Via Sacra ("Ex Vite Vita"). Nel 2012 Orchestès è stata inoltre vincitrice del bando europeo "Idee-Migranti" presso il Museo Nazionale Preistorico ed Etnografico "Luigi Pigorini" di Roma ("Serpentha")Annovera tra le sue attività due produzioni per il Teatro Greco di Roma, spettacoli per l'Università degli Studi di Catania e La Sapienza di Roma; conferenze presso l'Università degli Studi di RomaTre e una collaborazione consolidata con la Biblioteca Indologica di Roma (Progetto "India!") e con Vidya Arti e Culture dell'Asia. Ha organizzato e promosso conferenze e spettacoli di  esponenti di prestigio internazionale nel campo della danza classica dell'India - quali Ileana Citaristi, Tiziana Leucci,  Arjun e Anuj Misra, Rosella Fanelli - e di artisti indiani emergenti in Italia (Bharathi Avireddy, Saraswathi Rajatesh, Namrita Rai, Susanta Kumar Moharana, Dr. Vasant Kiran). Dal 2008 l'Istituto ha inoltre divulgato in Italia la Danza di Corte dell'Iran, collaborando alla redazione delle due puntate di RADIO RAITRE "Iran, la Danza della Diaspora" ed organizzando a Roma la rassegna "Cerchio Sacro" (2012/13) che ha presentato per la prima volta nella capitale esponenti di avanguardia della danza e del teatro contemporaneo dell'Iran e dell'Afghanistan.
Danza Indiana Roma
Marialuisa Sales
Spettacolo presso il Museo Nazionale d'Arte Orientale
"Giuseppe Tucci"
foto: Merionj Barbieri
Roma, 2013
 LINKS COLLEGATI:
Nel più antico trattato occidentale di danza che sia giunto fino a noi, Luciano da Samosata (II sec. d.C.) chiama "orchestés" il danzatore pantomimo, cioè colui che - come accade ancor oggi in alcune scuole dell'Oriente - riunisce in sè l'artista, il matematico, il pedagogo e il filosofo. Rendendo omaggio a questa sapiente figura della tradizione ellenica, l'Istituto Orchestés si propone di valorizzare le culture coreutiche d'Oriente e d'Occidente, studiate secondo un'ottica scientifica contemporanea, e sfrondate dai luoghi comuni del banale approccio di consumo, che mescola a piacimento parodie dell'etnico, dell'orientaleggiante o dell'esotismo neo-spiritualista. L'Associazione Culturale Orchestés  ha l’obiettivo di fungere da strumento di promozione dell’arte e della cultura, di svolgere attività nei settori del mondo accademico, del teatro, dell’esibizione scenica, dell’editoria cartacea ed elettronica, del tempo libero, del turismo, dell’ambiente e della formazione, senza finalità di lucro.