LA STANZA DELLA DANZA

INAUGURAZIONE DEL LARARIO DELLA DEA ISIDE MIRIONIMA 
PROGETTO PITTORICO DI MASSIMO LIVADIOTTI
Lunedì 20 novembre "La Stanza della Danza", storica sede dell'Associazione Culturale Orchestès della danzatrice Marialuisa Sales, sarà aperta a tutti tra le 18.30 e le 21.00 per presentare l’opera “Il Larario della Dea Iside Mirionima” dell’artista contemporaneo Massimo Livadiotti. 
"La Stanza della Danza" è sita nella torre medievale chiamata “Tufara" di via dei Chiavari 38, nell’area dell’antico Tempio di Venere del Teatro di Pompeo, ed è studio di danza, musica e yoga dell’Associzione Orchestès, ente artistico che da quasi un decennio collabora con musei ed università. Questo spazio è da sempre stato concepito come dedito alla trasmissione delle arti classiche sul modello pedagogico tradizionale delle case-studio dei primi del secolo scorso in India. In questo contesto l’opera si colloca nel'ambito della tradizione indù degli "home domestic mandir" (tempietti domestici), usanza ininterrotta dalla notte dei tempi e codificata nella trattatistica classica indiana del Vastu.

Lunedì 20 novembre, dalle ore 18.30 alle 21
"La Stanza della Danza" – Marialuisa Sales
Via dei Chiavari 38 – 00186, Roma
Tel: 3349855519 – 0649382757

LA STORIA DELL’OPERA
Presso l’antica Torre Tufara di via dei Chiavari 38, nel cortile denominato per tradizione “La Stufetta”, si trovava una nicchia sita in uno dei muri portanti risalenti ipoteticamente al XVII secolo. Verso la fine del 2016 Marialuisa Sales decide di trasformare lo spazio suddetto in una sorta di sacello da dedicare alla Dea Iside Mirionima, la Dea dai Molti Nomi, e commissiona quindi all’artista la sua realizzazione.
L’idea condivisa diviene subito quella di ricreare una sorta di tempietto o larario domestico sul modello di quelli più famosi di Pompei, ma avendo come riferimento anche le decorazioni e le pitture del periodo tardo rinascimentale e manieriste di stile neoplatonico, quindi opere aperte a forme di sincretismo simbolico. Il larario ospita una rara statuetta di Iside in terracotta creata in Bengala negli anni '70, all'interno di una nicchia collocata a nord e dipinta sui tre lati con temi vegetali comuni ad ambedue le Tradizioni. 
Le pareti laterali ospitano due raffigurazioni misteriche e sincretiche di Shiva-Dioniso ed Eros-Arpocrate-Phanes. Nella grande cornice esterna si dispiega la Creazione secondo dodici spazi simbolici astro-zodiacali. Il pittore simbolista Massimo Livadiotti ha realizzato questa opera tra il solstizio d'inverno 2016 e l'equinozio d'autunno 2017. Seguendo la più antica consuetudine indoaria il tempietto è posto nella parete settentrionale in prossimità del focolare domestico. 

Sarà presente l’artista. 
Seguirà rinfresco.

Per informazioni:
"La Stanza della Danza" – Marialuisa Sales
Via dei Chiavari 38 – 00186, Roma
Tel: 3349855519 – 0649382757
CREDITS:
Associazione Culturale Orchestès
Massimo Livadiotti

Associazione Culturale Orchestes Associazione Culturale Orchestès